LO STATUTO DELLA COMUNITA’ ” CASA DELLA  MISERICORDIA  SERVI  DI  CRISTO  VIVO”

La Comunità  Carismatica ” Casa  della Misericordia, servi di Cristo vivo “, Parrocchia Regina Pacis di  Saronno                                    è               un’ associazione di diritto pontificio permanente, cioè riconosciuta dalla Santa Sede.      E` una realtà laicale senza fini di lucro che, attraverso la preghiera di lode e la testimonianza d’amore fraterno offre, a chi lo desidera, l’aiuto per una progressiva conversione e crescita spirituale. Il gruppo “Regina Pacis” è nato nel 1992 presso la Parrocchia Regina Pacis di Saronno (Va).  Il gruppo attualmente è formato da fratelli provenienti da diverse comunità parrocchiali, quasi tutte appartenenti all’Arcidiocesi di Milano.                                   La spiritualità che ci anima è quella che lo Spirito ha trasmesso alla Santa Chiesa e la nostra missione è far conoscere agli uomini l’Amore Misericordioso di Gesù ed essere strumenti di Gesù attraverso: “la fede, l’accoglienza, l’amore fraterno, la benevolenza, la carità operosa, disinteressata e generosa”.

La vita della  comunità Carismatica “Casa della Misericordia  servi  di Cristo  Vivo” poggia in particolare su 7 fondamentali livelli:

  1. COMUNIONE CON LO SPIRITO  SANTO   che   ha suscitato il Rinnovamento Carismatico Cattolico.
  2. COMUNIONE CON IL PAPA, I VESCOVI E I SACERDOTI, secondo le parole di san Giovanni Paolo II: “Non manchi mai nella formazione cristiana curata dai movimenti la fiduciosa obbedienza alla Santa Chiesa”. Il Rinnovamento Carismatico Cattolico non può avere Dio come Padre se non la Chiesa come madre; per questo vogliamo stare in spontaneo ascolto e in obbedienza di coloro che lo Spirito Santo ha posto come Papa, Vescovi e Sacerdoti.
  3. CRESCERE IN CRISTO: Eucarestia – Riconciliazione – Parola di Dio – Preghiera personale – Adorazione.
  4. LA CARITA’ è il vero distintivo dei cristiani. La preghiera, quando è esperienza autentica di incontro con Dio, non è mai sterile, anzi fiorisce in opere di carità verso il prossimo.
  5. DIALOGO E PREGHIERA. Vivere in comunione con tutte le realtà presenti nella S. Chiesa. Incontrarci  assiduamente, una  volta la settimana, per lodare e ringraziare il Signore Gesù e la cara mamma Maria  e  per  pregare  per  i  fratelli   in  difficoltà.
  6. ORGANIZZARE  1 o  2   pellegrinaggi  all’anno in luoghi di preghiera o Santuari  (Roma, Lourdes, Fatima, Assisi ecc.).
  7. IL PASTORALE. Spetta all’assemblea in sede ordinaria ogni 5 anni eleggere i componenti del Pastorale.

CONSIGLIO PASTORALE

Maria Grazia Visintin, Antonia Picozzi, Rita Zigiotto, Luigi Monti, Giuseppe Giglio, Luigi  De Bartolo, Enzo  Vannucci, Mina Stella,  Rosa Impellizzeri, Roberta  De  Benedictis, Paolo Desio, Maria Rosa Nigro,  Rosalba Aprea, Laila  Meloncelli. 

MINISTERO  DI  SERVIZIO

Il ministero  di  servizio  nel  nostro  gruppo  è  quel  ministero  attraverso il  quale alcuni fratelli e   sorelle svolgono  varie  mansioni  pratiche, sia all’interno che  all’esterno  del gruppo, secondo  la  vocazione principale della  carità, esercitandosi  in  molteplici  gesti  di  servizio  per  l’utilità      comune. Il  ministero  del  servizio promana direttamente  dalla virtù della carità. La  carità,  per  esprimersi  in  tutta  la  sua  divina  potenza,  ha  bisogno  di  concretizzarsi in mille  forme diverse:

segreteria- cassa  per la necessità  del gruppo – mistagogie varie- aiuto nella preghiera- visita  agli  ammalati- profezie- discernimento-insegnamenti – cassa  per  i  poveri- accoglienza  e  servizio  d’ordine – il trasporto  di fratelli  e  sorelle ammalati- l’attenzione  ai  nuovi  arrivati- cura della mensa nelle  giornate di  ritiro. 

Questi  servizi svolti  nel  gruppo fanno  parte  della  manifestazione dello  Spirito  per  l’utilità comune.